Seguici su

Ciao, cosa stai cercando?

Bambino

Gastroenterite nei bambini: sintomi, cura e prevenzione

Sintomi, terapie, durata e consigli per un’alimentazione corretta durante la gastroenterite

Gastroenterite nei bambini: sintomi, cura e prevenzione
Gastroenterite nei bambini (depositphotos)

La gastroenterite è una delle malattie più comuni tra i bambini, specialmente nei mesi più freddi. In questo articolo, esploreremo cos’è la gastroenterite, come curarla, quanto tempo potrebbe durare, cosa dovrebbero mangiare i bambini malati e quando è il momento di consultare un medico.

Cos’è la gastroenterite?

La gastroenterite è un’infiammazione dell’apparato gastrointestinale, che include lo stomaco e l’intestino tenue. Questa condizione è comunemente associata a sintomi come diarrea, vomito, dolore addominale, febbre e malessere generale. Le cause più comuni di gastroenterite nei bambini sono le infezioni virali, come il rotavirus e il norovirus, anche se può anche essere causata da batteri, parassiti o intossicazioni alimentari. Questa malattia è spesso autolimitante e tende a risolversi spontaneamente nel giro di una settimana, ma può richiedere un’adeguata reidratazione e, in alcuni casi, interventi medici specifici.

Come si cura?

La cura della gastroenterite nei bambini si concentra principalmente sulla prevenzione della disidratazione. Ecco alcuni consigli utili:

  1. Reidratazione: offrire al bambino piccole quantità di soluzioni di reidratazione orale. Evitare succhi di frutta o bevande zuccherate;
  2. Dieta leggera: dopo le prime 24 ore, iniziare a reintrodurre cibi leggeri come riso, banane, mele e pane tostato;
  3. Evitare cibi grassi e piccanti: è consigliato evitare questo tipo di cibi in quanto possono possono irritare ulteriormente lo stomaco.

Quanto tempo dura?

La durata della gastroenterite può variare da bambino a bambino e dipende dalla causa sottostante dell’infezione. In genere, i sintomi migliorano entro 3-7 giorni. Se i sintomi persistono oltre questo periodo, è importante consultare un medico.

Cosa mangiare?

Durante un episodio di gastroenterite, è essenziale fornire al bambino cibi facilmente digeribili. Ecco alcuni suggerimenti:

  • Risotto o pasta ben cotti;
  • Pollo o tacchino bollito;
  • Banane mature;
  • Mele cotte;
  • Pane tostato

Evitare cibi grassi, latticini e cibi piccanti fino a quando il bambino non si sente meglio.

Quando preoccuparsi?

Sebbene la gastroenterite sia spesso autolimitante e si risolva da sola, ci sono alcune circostanze in cui è necessario consultare immediatamente un medico:

  1. Segni di disidratazione: bocca secca, pianto senza lacrime, minzione ridotta;
  2. Febbre alta o persistente: se la febbre del bambino supera i 38,5°C o persiste per più di 3 giorni;
  3. Sangue nelle feci: questo potrebbe indicare una infezione batterica o un altro problema sottostante.

In conclusione, la gastroenterite è una condizione comune nei bambini, ma con la giusta cura e attenzione, la maggior parte dei piccoli si riprenderà completamente. Ricorda sempre di consultare un medico se sei preoccupato per la salute del tuo bambino.

E tu cosa ne pensi?

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pubblicità
Pubblicità

Facebook

Pubblicità

Potrebbe interessarti

Sport e tempo libero

Scopri l'origine curiosa di questa giornata, un inno alla diversità

Bambino

L'egocentrismo infantile è una fase normale dello sviluppo emotivo e cognitivo dei bambini, quando si verifica e come gestirla in modo costruttivo

Bambino

Attraverso la visione montessoriana, si sottolinea come la natura insegni calma, pazienza, ordine e bellezza, guidando i bambini in un percorso di crescita che...

Neonato

L'acquaticità neonatale è un'esperienza delicata e benefica che offre ai neonati un approccio unico alla crescita e allo sviluppo